Page 3 - current edition
P. 3

COSA SUCCEDE ADESSO, PARTONO I GIOCHI IN PARLAMENTO                                              MATTARELLA MARKS 63RD

            (continua dalla pagina 2)  le forze dell'Italia migliore". Ma   i più restii al voto. Un dirigente   MARCINELLE-DISASTER ANNIVERSARY
                                                                   leghista avverte che anche loro
                                     una parte del Movimento 5 stelle
        la Lega la fa saltare aprendo la   e una parte del Pd si parlano: non   potrebbero "tradire", sposare
        crisi dimostra di essere "contro   è un mistero né una novità.  un governo alternativo per non
        il cambiamento". I leghisti fanno      Tra i Dem sarebbero già   andare alle urne. Ma ai vertici
        spallucce: andranno al voto, sono   in azione pontieri come Dario   di FI è alla alleanza con Salvini
        sicuri, con il vento in poppa e   Franceschini o Graziano Delrio.   che si lavora. Al tentativo, che
        con l'arma in tasca di promesse   E tra gli stessi renziani, timo-  farà anche Giorgia Meloni, di
        come la flat tax o, per il Nord,   rosi di essere esclusi dalle liste   convincere i leghisti che presen-
        l'autonomia. Da qui al voto, ci   gentiloniane, ci sarebbe più di   tarsi insieme nei collegi uni-
        sono gli ultimi giochi parlamen-  una tentazione. Le prossime ore   nominali conviene a tutti. Circola
        tari. Salvini prova a neutralizzarli  si annunciano di grande attiv-  un sondaggio secondo cui con i
        spingendo per una crisi lampo:   ismo dentro i partiti. Per dire, i   dati di oggi il centrodestra unito
        avrebbe ottenuto la rassicurazi-  renziani avevano in cantiere la   avrebbe 134 collegi uninominali
        one che anche Nicola Zingaretti   scissione, magari già a settembre   (342, se sommati a quelli del
        vuole andare al voto. Il segretario  ma impossibile essere pronti   proporzionale), il M5s sei seggi
        del Pd lo dice con nettezza: "Si-  per il voto a ottobre. Quanto   uninominali, sei anche il cen-
        amo pronti alla sfida, lavoriamo   al centrodestra, sono i forzisti,   trosinistra (2 in Toscana e 4 in
        da subito per chiamare a raccolta   lacerati da una scissione in atto,   Emilia Romagna).

         DAL 4 MARZO 2018, 17 MESI DELL'ITALIA GIALLO-VERDE
                                                                   nei gazebo.
                                                                          La cosa chiara è che a
                                                                   far rispettare quella ‘carta’, con
                                                                   obiettivi diversi e mega-misure
                                                                   che rischiano di mangiarsi le
                                                                   risorse a vicenda, debba essere
                                                                   un arbitro terzo e così la scelta di
                                                                   Di Maio e Salvini cade sul pro-
                                                                   fessor Conte. Il reddito di cittadi-
                                                                   nanza, Quota 100 con la ‘cancel-
                                                                   lazione’ della legge Fornero, la
                                                                   stretta sui migranti, la legittima
                                                                   difesa, le norme ‘spazzacor-
                                                                   rotti’: sono alcuni dei risultati
                                                                   importanti che, nonostante alcuni
                                                                   distinguo, i giallo-verde mettono
                                                                   a segno. Ma ci sono anche grandi      Rome - President Sergio          "The protection of all
                                                                   temi che dividono, dalle Autono-  Mattarella marked the 63rd an-  workers and the never-ending
                                                                   mie al concetto di famiglia, con   niversary of the Bois du Cazier   promotion of their rights repre-
                                                                   Di Maio e Salvini che si ‘pizzi-  mine disaster in Marcinelle,   sent fundamental principles of
                                                                   cano’ in continuazione. In tv, sui   Belgium, saying it highlighted   civilization for every country
               Diciassette mesi              Il 4 marzo 2018 resti-  giornali, e soprattutto sui social.  the need for workers' health and   and a fundamental goal for the
        sull'ottovolante per una mag-  tuisce dunque al Paese un esito      Sfide a colpi di dirette   safety to be protected today.  consolidation of the common
        gioranza nata solo dopo le urne,   politico tutto da costruire e per   Facebook ma anche di scara-         The colliery fire claimed  European home and the interna-
        tenuta insieme da un contratto   ben 80 giorni si susseguono   mucce in Parlamento. In mezzo   the lives of 262 people, including   tional community," Mattarella
        ma divisa su tanti temi decisivi.   incontri, trattative, ipotesi, con   Conte che pazienta, media, ma   136 Italian migrant workers.  said.
        Un anno e mezzo di 'voce grossa'   il Presidente della Repubblica   ad un certo punto dice anche
        con l'Europa e di una economia   Sergio Mattarella a gestire il   ‘basta’. Lo scorso 3 giugno
        che ancora fatica a decollare. Ma   momento più delicato del suo   il premier sceglie la Sala dei   SITTING ON ROME'S
        quelli vissuti dal governo giallo-  mandato. L'incarico al premier   Galeoni di Palazzo Chigi per
        verde sono anche diciassette   Giuseppe Conte, fino a quel   incontrare la stampa e lanciare   SPANISH STEPS BANNED
        mesi di promesse mantenute, dal   momento un docente universi-  il suo ultimatum ai suoi due
        reddito di cittadinanza alla stretta   tario vicino ai 5 Stelle ma mai   vicepremier: “Non mi presto a      Rome - Sitting on   in a more stringent way, sources
        sull'immigrazione.           impegnato in prima persona    vivacchiare, galleggiare. Sono   Rome's Spanish Steps is no   said. Indeed, the famous steps
               E' il 4 marzo del 2018:   nella politica, arriverà solo il 23   pronto a rimettere il mio manda-  longer allowed as the local police    (Continued on page 4)
        si chiudono le urne e l'Italia si   maggio, preceduto da incarichi   to al Presidente della Repubblica.   have decided to apply the rules
        scopre giallo-verde. Per il Pd il   esplorativi e da una breve ipotesi   Decidano”. Si sfiora la crisi ma
        risultato delle elezioni è un tonfo   'tecnica' con Carlo Cottarelli. Ma   l’incontro chiarificatore con Di
        ma il centro-destra non ha i voti   soprattutto dalle lunghe riunioni   Maio e Salvini arriva e il gov-
        sufficienti per andare a gov-  per mettere a punto, tra i due   erno si dice pronto ad affrontare
        ernare. Il primo partito in Italia   partiti così lontani prima del voto   i temi ancora aperti, soprattutto
        è il Movimento 5 Stelle, votato   e tra i due leader consacrati dalle   la difficile manovra economica
        quasi da un italiano su tre. Ma la   urne, Luigi Di Maio e Matteo   che si preannuncia per l’autunno.
        Lega di Matteo Salvini vede qua-  Salvini, il "contratto". Più che un   Ma i mal di pancia ricominciano
        druplicare i voti e si impone sullo  documento programmatico, un   presto.
        scenario politico da protagonista.   vero e proprio 'atto notarile' con      La Lega, forte del risul-
        E per il partito che all'origine era   l'indicazione dei precisi impegni   tato delle Europee, vuole portare
        riferimento solo per il Nord com-  firmati dalle parti. E anche la   a casa il decreto sicurezza bis e
        incia una cavalcata fino al suc-  stesura il quel contratto rivela la   la Tav. Sui migranti M5s ingoia,
        cesso delle Europee di maggio   differenza tra le due compagini,   pronunciando il suo sì alla stretta
        che ha portato ad un ribaltamento  con stop-and-go, sedute fiume,   sui salvataggi in mare che crea
        di pesi e consensi. Anche se in   annunci e smentite. Poi l'accordo   anche una profonda ferita nei
        Parlamento le bocce sono ferme   e la consultazione tra i propri   rapporti con la Chiesa italiana.
        ad un anno e mezzo fa. E questo   elettori. Anche qui modalità   Sulla Tav i 5 Stelle tengono il
        forse è tra i fattori dell'acuirsi   diverse che rispecchiano la dif-  punto ma restano isolati. Ma non
        della crisi e alla situazione nella   ferente storia delle due anime   basta, la Lega vuole di più. Il
        quale si è arrivati oggi.    politiche: M5s on line e la Lega   resto è storia di oggi.
        GOVERNO BALNEARE, I PRECEDENTI DA LEONE A RUMOR

                                                                   In una calda estate, in cui si è
                                                                   parlato, tra smentite, controrep-
                                                                   liche e ammonimenti, di politica
                                                                   e dei suoi protagonisti sulle
                                                                   spiagge italiane tra comizi e post
                                                                   sui social, tra le ipotesi spunta
                                                                   ora quella di un governo bal-
                                                                   neare, ovvero di transizione, nato
                                                                   con un mandato a breve termine.
                                                                   Questa fortunata formula, se da
                                                                   un lato esprime il concetto di un
                                                                   esecutivo di breve e predefinita
                                                                   durata, può indurre a sottovalu-
                                                                   tare la funzione di decantazione
                                                                   per consentire al processo di
                                                                        (continua a pagina 4)

                                                                                3
   1   2   3   4   5   6   7   8